Verona, Nantes, Villareal: chi è la vera sorpresa d'Europa?


La Roma sta dominando la Serie A, così come il Paris Saint Germain sta provando a prendere il largo in Ligue 1. Nella Liga sarà sempre una sfida Barcellona-Real Madrid, con l'Atletico come terzo incomodo.

Dietro di loro però, qualche novità c'è, e soprattutto vediamo il ritorno di alcune compagini, che temevamo di aver perso negli anni scorsi:

Hellas Verona

Sembra di essere tornati negli anni Ottanta. No, non c'è più nessuna Milano da bere e gli Spandau Ballet non sono più sulla cresta dell'onda, ma il Verona è tornato nelle zone alte della classifica. Cosa che non accadeva dalla metà degli anni Ottanta.

Dopo 11 anni passati fra Serie B e Lega Pro, l'Hellas è alla ricerca di una salvezza tranquilla ma, con 16 punti dopo otto partite, i gialloblù sono da soli al quarto posto, a tre punti dalla Juventus e un punto sopra l'Inter (che affronteranno sabato sera a San Siro).

Merito di Mandorlini certo, ma merito soprattutto di giocatori che si stanno affermando anche in Serie A. Su tutti il difensore-bomber Cacciatore (già tre gol), il redivivo Luca Toni, il piccolo fenomeno Iturbe e quel Jorginho, che sta segnando con più regolarità in A rispetto a quello che faceva in Serie B.

Dove potrà arrivare quandi questo Verona? Non certo alla scudetto come nel 1985, ma la truppa di Mandorlini vuole continuare ad andare avanti a stupire.

Nantes Atlantique

Diciamolo subito chiaro: il Nantes mancava alla Ligue 1 francese. Vincitori di otto campionati e tre Coppe di Francia, i Canarini fanno parte della storia del calcio transalpino.

Retrocessi nel 2009- dopo essere tornati da un solo anno nel massimo livello- il Nantes sembrava perso, ma con la promozione ottenuta la scorsa stagione in Ligue 2, i gialloverdi vogliono tornare a fare sul serio.

Nella stagione 1995-96, il Nantes arrivò a giocarsi anche una semifinale di Champions League (persa contro la Juventus) nel perido nel quale il cosidetto "jeu à la nantaise", aveva raggiunto il suo apice, con Denouix allenatore.

Oggi sulla panchina dei Canarini siede Der Zakarian, che guida una squadra fatta di tanti giovani interessanti, come l'attaccante serbo Djordjevic, e il centrocampista statunitense Bedoya, autore del gol decisivo nell'ultima partita vinta ad Ajaccio.

Con la vittoria in Corsica, il Nantes è solo al quarto posto, a quattro punti dal PSG capolista.

Villareal CF

Non sarà più il Villareal di Pellegrini, che arrivò a un rigore dalla finale di Champions League- quello sbagliato da Riquelme nella semifinale di ritorno contro l'Arsenal nel 2006- ma questo Villareal sa farsi rispettare.

Allenato da Marcelino Garcia, non ha fenomeni in squadra, ma qualche giocatore di esperienza- come Farinos, con un passato all'Inter- e qualche campioncino mai esploso del tutto, che ha ancora qualcosa da dimostrare- come il talentuoso Giovani Dos Santos.

Il Sottomarino Giallo è partito alla grande in campionato, subendo una sola sconfitta finora in Liga (1-0 con il Betis), ma stasera sul campo dell'Athletic Bilbao, ha la possibilità di consolidare il suo quarto posto.

Se vuoi scommettere sui campionati in Europa, clicca qui