C'era una volta la Panini


C’era una volta il Volley Modena, una città che viveva per la pallavolo e che ancor oggi ha il PalaPanini che è in tutta Europa riconosciuto come uno dei templi del volley.

C’era una volta, perché ora rischia di scomparire la pallavolo a Modena, proprio nella città che in Italia ha rappresentato e rappresenta questo sport più di tutte le altre. Chi sta rischiando seriamente di scomparire è la squadra femminile, oggi in A1, ma ancora per quanto ancora non si sa. A giorni la squadra potrebbe scomparire, le giocatrici accasarsi altrove, e il campionato rimanere monco di una compagine così storica.

Le possibilità di salvezza sono poche e come ha detto Mauro Fabris, presidente di Lega, alla Gazzetta dello Sport :”Dobbiamo rispettare le regole, abbiamo fatto una serie di interventi su Modena. Sapevamo che la situazione era difficile, ma potevamo rinunciare a percorrerla? Secondo noi no. Ed è per questo che siamo ancora qui ad aspettare”. Al massimo si potrà aspettare fino al 31 gennaio, ma la compagine femminile ha debiti che ammontano a più di un milione di euro, quindi la situazione sembra assolutamente disperata.

Le cose vanno solo leggermente meglio in campo maschile. La squadra, che solo due settimane fa batteva al PalaPanini “l’invincibile armata” di Trento per 3-1 fra il tripudio del pubblico di casa, ha trovato i soldi per finire la stagione, ma poi che succederà?

Stiamo parlando di una squadra storica, leader del movimento pallavolistico nazionale. Nata nel 1966, e sponsorizzata per tanti anni dall’azienda locale di figurine, Modena ha al suo attivo 11 scudetti e 10 coppe Italia ( record in entrambi i casi in Italia), più 4 Champions League, 3 Coppe delle Coppe e 5 coppe Cev, più una Supercoppa italiana e una europea.  

In termini di numeri dobbiamo anche considerare che la squadra maschile e quella femminile assieme hanno totalizzato ben 34 scudetti, e 68 titoli in generale. Insomma, stiamo parlando di “Volley City” se ci passate il termine.

Vero che la crisi economica e lo spostamento dell’interesse dello sportivo sempre più verso il calcio ( e anche delle tv) sono fattori importanti, ma una realtà come Modena non può essere lasciata morire così.