Domenica si corre il Giro delle Fiandre. L'Italia non lo vince dal 2007...


Per il Belgio, il “Ronde van Vlaanderen” (il Giro delle Fiandre) non è una semplice corsa, ma molto di più.

Solo lì e solo durante quella corsa, si possono vedere bambini con le magliette addosso dei campioni di ciclismo locali (Boonen in questi anni) come ad altre latitudini i loro coetanei indossano con orgoglio le maglie di Balotelli, Messi o Ronaldo.

La prima edizione del Giro delle Fiandre si è disputata nel 1913, e fu vinta dal belga Paul Deman. Da allora si sono succeduti nell’albo d’oro tantissimi ciclisti locali, che vedono nel Giro delle Fiandre una data importantissima per la stagione ciclistica.

Il primo italiano a vincere, fu Fiorenzo Magni nel 1949, che poi si riconfermò anche nelle edizioni del 1950 e 1951( mica per altro ribattezzato il “Leone delle Fiandre”). Dopo di lui altri grandi nomi nostrani, come Dino Zandegù, Moreno Argentin, Gianni Bugno, Michele Bartoli, Gianluca Bortolami, Andrea tafi ed Alessandro Ballan.

Ecco, il ciclista veneto è stato l’ultimo vincitore in terra fiamminga nel 2007, dopo una splendida volata con il belga Leif Hoste.

Nella scorsa edizione, vinse l’eroe di casa, Tom Boonen, con a ruota due italiani, Filippo Pozzato e ancora Ballan.

Nel video sotto la splendida volata dell’edizione 2007, con Ballan vincitore e con Auro Bulbarelli scatenato al microfono: