Tutti contro Froome! Oggi riparte il Tour de France


Dopo la prima sosta nella giornata di ieri, riparte oggi il Tour de France, con una tappa per velocisti da Saint Gildas des Bois a Saint Malo.

L’edizione del Tour del centenario, sembrava già conclusa venerdì scorso, dopo la prima tappa pirenaica, quando Chris Froome si prese la maglia gialla, grazia alla sua squadra, la Sky, apparsa imbattibile. Il giorno dopo però, è successo esattamente il contrario: l’inglese di origini kenyane ha mantenuto la maglia gialla, ma senza l’assistenza del suo team, che anzi è affondato, commettendo diversi errori soprattutto tattici, come ha commentato lo stesso team manager di Sky, Dave Brailsford.

La Movistar si è fatta sotto e ora Valverde è al secondo posto a 01’25” dal leader della corsa, ma attenzione anche al colombiano Quintana (23 anni) sorpresa di questo Tour e al momento 7° in classifica a 02’02”. Davanti a lui di una posizione in classifica, l’altro grande favorito della corsa, lo spagnolo Alberto Contador, andato in grave difficoltà nella prima tappa sui Pirenei e salvato solo dal compagno di squadra Kreuziger.

Froome rimane quindi il grande favorito, ma in quali tappe da qui alla fine potrebbe perdere la maglia gialla?

Innanzitutto, domani si corre una tappa importante, una cronometro da Avranches a Mont Saint Michel, ma li Froome, più che perdere posizioni, probabilmente aumenterà il suo vantaggio in classifica, visto che a cronometro si è dimostrato sempre più forte dei suoi avversari. Quindi bisognerà aspettare le prime tappe alpine per capire se ci potrà essere un ribaltamento in classifica.

Innanzitutto il tappone di domenica 14 luglio, giorno della caduta della Bastiglia e festa nazionale in Francia, quando si partirà da Givors per arrivare al Mont Ventoux. Gran parte dei 242 km della tappa sarà pianeggiante, ma poi, arrivati al paesaggio lunare del Mont Ventoux, si comincerà a salire, con pendenze del 7,5% e questa tappa potrebbe creare problemi a non pochi corridori.

Detto poi che mercoledì 17 luglio si correrà la seconda cronometro individuale- da Embrun a Chorges ma qui Froome sarà ancora il favorito- il giorno dopo si affronterà l’Alpe d’Huez, che in passato ha reso famose leggende del ciclismo come Coppi, Zoetemelk, Fignon, Bugno e Pantani. La particolarità di quest’anno- e questa sarà la 27° volta che il Tour raggiungerà questa vetta- è che l’Alpe d’Huez non verrà affrontato una sola volta, ma bensì due! Qui conterà il lavoro di squadra e il team Sky dovrà per la prossima settimana, aver ritrovato la compattezza e la coesione che li contraddistinguevano.

Froome quindi rimane il favorito per arrivare in maglia gialla sui Campi Elisi (quest’anno arrivo del Tour in serata per aumentarne il fascino) ma corridori come Valverde, Contador, Kreuziger e Quintana, hanno ancora molto da dire. I giochi, come si dice in Francia, non sono ancora del tutto fatti.