Coppa d'Africa. Per ora poche sorprese


E’ una Coppa d’Africa che è iniziata all’insegna dell’equilibrio e dei pareggi ( 5 in 8 partite). Nessuna squadra che finora ha impressionato particolarmente e nessuna partita realmente spettacolare, ma siamo solo alla prima giornata, il meglio deve probabilmente ancora venire.

Nel girone A, molto deludenti i padroni di casa del Sudafrica, allenati da Gordon Igesund, che da non molto ha preso il posto dell’allenatore brasiliano campione del mondo, Carlos Alberto Parreira. I Bafana Bafana sono stati fermati sullo 0-0 nella partita d’esordio dagli Squali Blu di Capo Verde, per la prima volta alle finali del torneo continentale. A dir la verità sono stati i capoverdiani a destare una migliore impressione nella partita di Johannesburg, sfiorando più volte il gol e mostrando un buon gioco, orchestrato in panchina da un allenatore giovane come Lucio Antunes, allenatore di Capo Verde dal 2010. Nell’altra partita del girone altro nulla di fatto fra il Marocco e l’Angola. I marocchini hanno un po’ deluso, essendo una delle favorite della manifestazione. Bene “l’udinese” Benatia in difesa, ma poi poco altro. I Leoni dell’Atlas sono mancati in particolar modo in avanti, dove invece gli angolani Manucho e Mateus, hanno sfiorato più volte il gol.

Il girone B si è aperto con il pareggio fra Ghana e Congo R.D. (2-2). Bene Asamoah fra i ghanesi- autore anche di un gol- ma ciò che ha fatto più divertire è stata l’esultanza in stile “saltelli con il sedere” ( assolutamente da vedere su Youtube) del portiere congolese Robert Kidiaba, in occasione del gol del pareggio dei suoi compagni. Nell’altra partita, sofferta vittoria del Mali sul Niger, con gol di Keita- ex Barcellona ora in Cina) allo scadere.

Nel girone C ci sono stati altri due pareggi, ma forse proprio da qui arrivano le sorprese maggiori. Nella prima partita, i campioni in carica dello Zambia, allenati da Hervè Renard, non sono riusciti a superare l’Etiopia, tifata dalla maggior parte del pubblico di Nelspruit. Al 25° del primo tempo Saladdin Said ha fallito un rigore per gli etiopi, che poi sono rimasti in dieci per l’espulsione del portiere Tassaw e hanno subito allo scadere il gol zambiano di Collins. Nella ripresa però è stata tutta un’altra Etiopia, che ha pareggiato e non ha assolutamente risentito dell’inferiorità numerica. Inutile dire che da campioni in carica, l’esordio dello Zambia è stato molto deludente.

Anche la Nigeria è incorsa in un passo falso all’esordio. Dopo il gol di Amunike, nella ripresa, pur controllando abbastanza agevolmente il match, si è fatta rimontare dalla Burkina Faso, che ha pareggiato all’83° con Traorè.

Nel girone D infine, vittoria sofferta della Costa d’Avorio di Drogba contro il Togo ( gol decisivo di Gervinho all’88°) e vittoria altrettanto sofferta per la Tunisia, in gol al 91° con Msakni, con un tiro a giro da fuori area ( una volta venivano chiamati “tiri alla Del Piero”) che è servito per battere l’Algeria.

Da domani inizia la seconda giornata e ne vedremo ancora delle belle.

 

Quote di domani:

 

-          Sudafrica-Angola          1 (2,25)  x (3,10)  2 (3,30)

-          Marocco-Capo Verde   1 (1,90)  x  (3,20)  2 (4,25)