Coppa Italia betting: Inter-Bologna preview


L’Inter vuole centrare il passaggio del turno in Coppa Italia e raggiungere così in semifinale la vincente di Fiorentina-Roma. Il Bologna però, dopo la strepitosa vittoria di sabato con il Chievo, vuole giocarsi le sue chance a San Siro.

 

 

 

Team news

 

Nella partita di coppa, tornano a disposizione i due difensori centrali squalificati in campionato, Ranocchia e Juan Jesus. Stramaccioni non  ha intenzione di apportare molti cambi rispetto alla formazione tipo, così in attacco dovrebbero esserci sia Milito- che finalmente torna ad essere disponibile a tempo pieno- sia Cassano, che è uscito imbronciato e senza salutare nessuno, dopo essere stato sostituito nel secondo tempo contro il Pescara.

A centrocampo probabile l’utilizzo del recuperato Mudingayi, con probabile avanzamento di Jonathan sulla linea dei centrocampisti. La squadra dovrebbe schierarsi quindi con il classico 3-4-1-2, con il colombiano Guarin dietro le punte.

Il Bologna arriva a San Siro agguerrito e deciso a passare il turno. Pioli ha dichiarato:”teniamo alla Coppa Italia. Visto che siamo arrivati fin qui, ora vogliamo giocarci le nostre chance”.

Probabile una difesa a 4 con Motta, Sørensen, Portanova e Morleo, e con Diamanti dietro all’unica punta Gilardino ( rivitalizzato dai due gol al Chievo). Pioli passerà quindi da un 4-2-3-1 a un più pragmatico 4-3-2-1.

 

Stato di forma

 

L’Inter vista sabato contro il Pescara, è sembrata in ripresa rispetto alle ultime deludenti prestazioni. Il recupero di Milito in attacco sarà fondamentale, come anche il ritorno di due titolari della difesa come Ranocchia e Juan Jesus.

Il Bologna non poteva iniziare meglio il girone di ritorno. Vittoria convincente in casa contro il Chievo e una classifica che comincia a dare un po’ di ossigeno.

Per i rossoblù la priorità rimane la salvezza ma, visto la stato di forma generalmente buono, tenteranno il colpaccio a Milano.

 

Testa a testa

 

Inter-Bologna è quella che viene definita una “classica” del calcio italiano, definizione che Gianni Brera dava a tutte le sfide che vedevano di fronte due compagini che almeno una volta nella loro storia si fossero aggiudicate lo scudetto.

Nerazzurri e rossoblù si sono giocati anche l’unico spareggio nella storia del calcio italiano: 7 giugno 1964, allo stadio Olimpico di Roma, con il Bologna vittorioso per 2-0 grazie a un autogol di Facchetti e a un gol di Nielsen.

All’andata in campionato, gli uomini di Stramaccioni espugnarono il Dall’Ara con un perentorio 3-1, ma l’anno scorso a Milano furono i bolognesi ad espugnare il Meazza e tornare a casa con un sorprendente 3-0.

 

Verdetto

 

Buona la quota del pareggio a 3.80, anche perché, essendo gara unica con supplementari e rigori, la quota vale solo per la parità al 90’.

Se i rossoblù riusciranno a chiudere in vantaggio il primo tempo, la quota pagata sarà 6.75.