Il bello del doppio


Sara Errani e Roberta Vinci hanno compiuto l’impresa. Ce l’hanno fatta, in quella che sembrava una missione impossibile, e ora sognare la corona del doppio a Melbourne non è più fantasia.

Le tue tenniste italiane sono riuscite a superare nientedimeno che le sorelle Williams, in una sfida che con tutta probabilità si ripeterà nel weekend del 9/10 febbraio a Rimini, nell’incontro di Fed Cup. Le due azzurre, già eliminate dal torneo singolare, hanno dimostrato di essere ancora un duo di qualità in doppio, ed ora affronteranno in semifinale il duo russo- coppia numero 4 del tabellone- formato da Ekaterina Makarova e Elena Vesnina.

Sara e Roberta battono così le favorite, in rimonta e in tre set ( 3-6, 7-6, 7-5) e si presentano ora in semifinale come favorite per la vittoria del torneo di doppio. Da considerare tra l’altro che il duo Errani-Vinci era stato battuto alle scorse Olimpiadi proprio dalle Williams, con un inequivocabile 6-1, 6-1.

Le due azzurre hanno rischiato di pagare la fatica nel terzo set, quando sono andate sotto per 3-0, ma hanno saputo mantenere la calma e rimontare quattro game consecutivi. Alla fine gioia per le due italiane, che ora dovranno recuperare le energie fisiche e nervose il prima possibile in vista della semifinale.

 

Ottime le ragazze azzurre in doppio, e per ora molto bene anche gli uomini, con la coppia Bolelli-Fognini che, dopo aver fatto fuori il duo ceco Bhupathi-Nestor nei quarti (6-3,4-6,6-3) se la vedrà ora in semifinale con la coppia Cabal-Farah. Gli italiani partono favoriti ( 1,60) e anche loro come le ragazze hanno la possibilità di accedere alla finalissima.

 

Fermo restando che il tennis rimane uno sport individuale e che gli incontri di singolare rimangono più importanti degli scontri nel doppio, il movimento italiano dovrà interrogarsi perché nel doppio gli atleti azzurri dimostrano così tanta personalità e convinzione, cosa che invece pare mancare in maniera evidente nei singolari. L’ultimo italiano  a mollare, negli ottavi del singolare, è stato Andreas Seppi, che ha perso negli ottavi contro il francese Chardy, un avversario assolutamente alla sua portata. Andreas non ha numeri da campione, ma è molto migliorato nell’ultimo periodo.

 

Dopo gli Australian Open, l’appuntamento con gli atleti azzurri sarà a Torino, per la partita di Coppa Davis contro la Croazia. Quello si un appuntamento da non sbagliare.