Una Siena da "Eurolega" schianta Varese


Perdono le squadre di testa e vincono quelle in coda ma, a questo punto della stagione, non cambia ancora fondamentalmente nulla.

Sugli scudi di questa 18° giornata, sicuramente la vittoria della Montepaschi Siena che, dopo la batosta subita in Eurolega a Barcellona, sfodera anche in campionato (finalmente) una prestazione da grande squadra e batte la capolista Cimberio Varese per 89-75. I ragazzi di Banchi dominano per quasi tutta la partita, riescono a contenere la rimonta di Varese – che con tre triple si riporta a -7 – e vincono una partita che rappresenta un ottimo viatico per il primo obiettivo stagionale: la Coppa Italia che si disputerà settimana prossima a Milano. Varese non esce certamente ridimensionata, però consapevole che Siena è tornata avversaria a pieno titolo per lo scudetto ( se c’era bisogno di un’ulteriore conferma).

Cade anche la seconda in classifica, Il Banco di Sardegna Sassari, a Cantù, contro la che bolletta trascinata dal nuovo acquisto Stefano Mancinelli, autori di 10 punti nei 17 minuti giocati all’esordio stagionale.

In coda dicevamo, questa domenica c’è chi ride. Innanzitutto l’Angelico Biella che, dopo otto sconfitte consecutive, vince di un punto a Caserta (80-81) e ora non è più ultima da sola ma in compagnia della Scavolini Banca Marche Pesaro- sfortunata e battuta a Venezia dalla Umana 68-71 nonostante la solita grande prestazione di Stpcevic, che però sbaglio un tiro libero importantissimo a 3” dalla sirena- e la Sidigas Avellino, che viene letteralmente travolta a Milano dall’EA7 Armani Jeans (108-57) e come unica giustificazione per gli irpini diamo le pesanti assenze per infortunio che hanno colpito la squadra di Pancotto. Vincono anche la SAIE Bologna contro Montegrannaro (83-80) e la Vanoli Cremona che, con una prestazione di tutto rispetto, batte Brindisi (97-81).

Detto infine della vittoria della Trenkwalder Reggio Emilia sulla ACEA Roma (96-93) un’ultima parola su Milano. Gli uomini di Scariolo sono alla loro 4° vittoria consecutiva e sembrano usciti dalla crisi nera in cui erano finiti un mese fa. I milanesi dovranno però crescere ancora molto, se vorranno recitare un ruolo da protagonisti in questa stagione. Gli impegni difficile sono all’orizzonte e il primo sarà già giovedì: il quarto di finale di Coppa Italia al Mediolanum Forum contro Varese.