Varese e Sassari sono ormai splendide realtà


“Mamma li turchi!” Dopo che la squadra di calcio del Galatasaray ha preso Wesley Sneijder dall’Inter- esordio nel derby di ieri vinto contro il Besiktas- la squadra di basket sta provando in queste ore a portare via Markoishvili alla che bolletta Cantù e, se come pare ci riuscirà, cambierà anche i destini del campionato.

Ieri i canturini sono stati sconfitti in casa nel posticipo dalla ACEA Roma (60-65) nella partita che verrà ripetuta fra due settimane nei quarti di finale di Coppa Italia al Mediolanum Forum di Assago.

Sugli scudi di giornata però, sia la Cimberio Varese – che vince dopo un supplementare ad Avellino (82-83) grazie ad Ere e Banks ormai tornati in piena forma, ma grazie anche a un Achille Polonara decisivo nei momenti che contano- che la Banco di Sardegna Sassari che, parte male contro Montegranaro, ma poi trionfa per 106-90. Entrambe le squadre- al primo e al secondo posto della classifica rispettivamente- non possono essere più considerate sorprese, anche se all’inizio della stagione non avevano certo i favori del pronostico.

Favori del pronostico che aveva invece la EA7 Emporio Armani Milano che pare essersi un po’ ritrovata nelle ultime partite. Gli uomini di Scariolo sono alla terza vittoria consecutiva- dopo Brindisi e Caserta, ieri vittoria con Bologna- ma soprattutto contro la SAIE3 ritrovano la vittoria casalinga che mancava da tre mesi. Eroe di giornata Jacopo Giachetti, play dell’Olimpia poco o quasi mai impiegato, che però contro Bologna è stato decisivo quando è entrato in campo. Milano ora dovrà affrontare Avellino ancora in casa, prima di giocarsi al Forum le Final Eight di Coppa Italia, un obiettivo che diventa sempre più importante per la stagione di Milano.

A proposito di Avellino, gli irpini non demeritano in casa contro Varese, e soprattutto mettono in mostra un grande Lakovic- nuovo acquisto- che dovrebbe fare la differenza per gli avellinesi e condurli a una tranquilla salvezza.

Sempre restando nelle parti basse della classifica, importante passo avanti della Scavolini Banca Marche Pesaro che batte nello scontro diretto l’Angelico Biella (89-76) e si porta sul 2-0 negli scontri diretti coi piemontesi ( questo sarà importante a fine campionato in caso di arrivo alla pari). Anche per i pesaresi, come per Avellino, decisivo un acquisto del mercato di riparazione, Stipcevic, autore di 25 punti e decisivo nelle varie fasi del match.

Detto poi dei colpi della Juve Caserta a Cremona (74-73) e dell’Umana Venezia a Reggio Emilia (75-69), il turno sarà completato da Siena, che farà visita a un Enel Brindisi sempre più lanciata verso l’alta classifica. I senesi venerdì scorso hanno superato anche il Besiktas in Euroleague ed ora, prima della trasferta di Barcellona, sono sempre più lanciati verso l’approdo ai quarti di finale.